Home Progetti Progetti di Istituto Progetto lettura

Progetto lettura

"Libri e lettura tra i banchi di scuola: dalla competenza al gusto di leggere"



Il progetto è stato avviato dal II Circolo Didattico di Viterbo nell'anno scolastico 2009/2010 e attualemnte prosegue coinvolgendo tutte le classi e le sezioni dei tre ordini di scuola presenti nell'Istituto Comprensivo.
Prevede una serie di attività finalizzate al miglioramento delle competenze di lettura e alla costruzione di un atteggiamento di interesse e passione per i libri e la lettura nel bambino/ragazzo, che si mantenga anche nell'età adulta.

LIBRIAMOCI


 

 
http://www.libriamociascuola.it/

SCUOLA INFANZIA S.PIETRO - "SILENZIO... SI LEGGE"
SCUOLA INFANZIA CENTRO STORICO - "IL TOPO CON GLI OCCHIALI"
SCUOLA PRIMARIA GRANDORI - CLASSI SECONDE - AUGUSTO TERENZI LETTORE PER UN GIORNO

Libriamoci 2016 - Ottobre mese della lettura


L’I.C. Carmine dal 24 al 29 ottobre 2016parteciperà alla seconda edizione diLibriamoci: giornate di lettura nelle scuole, promossa dal Centro per il libro e la Lettura (MiBACT) e dalla Direzione generale per lo studente (MIUR).
Anche per il 2016 l’I.C. Carmine, che da anni sensibilizza con progetti specifici gli allievi del proprio Istituto al piacere del libro, parteciperà a questa iniziativa che vuole avvicinare alla lettura il mondo della scuola, dall'infanzia alla secondaria.Con la complicità di scrittori, attori, amministratori locali, fondazioni, biblioteche e associazioni culturali, la lettura entrerà nelle scuole in forme inedite. Con un unico obiettivo: quello di diffondere il piacere della lettura tra i ragazzi e di sottolinearne l’utilità per la crescita sociale e personale, sia grazie all’esperienza diretta con i testi che attraverso l’ascolto e il confronto con insegnanti e compagni. Tutto questo e molto altro ancora è Libriamoci 2016, un evento di partecipazione alla lettura, dove ognuno sarà protagonista con le proprie conoscenze, la propria passione, la propria storia di vita.
La partecipazione a Libriamoci 2016 è il primo degli appuntamenti del Progetto Lettura dell’I.C. Carmine denominato "Libri e lettura tra i banchi di scuola: dalla competenza al gusto di leggere".
Il progetto Lettura, iniziato dal II Circolo Didattico di Viterbo nel lontano A.S. 2009/2010, prevede una serie di attività finalizzate al miglioramento delle competenze di lettura e alla costruzione di un atteggiamento di interesse e passione per i libri e la lettura nel bambino/ragazzo, che si mantenga anche nell'età adulta.

Leggi tutto...

Letture con “Il filo di Eloisa” nei laboratori “Crescere con le storie”

     Foto

La Scuola Secondaria di I grado “B. Tecchi” dell’IC Carmine ha avuto il piacere di ospitare “Il filo di Eloisa – Associazione culturale Eloisa Manciati” di Orvieto, che ha arricchito il progetto lettura con proposte altamente qualificate sotto il profilo dei contenuti e delle esperienze, attivando i Laboratori Letterari e creativi “Crescere con le storie”.
Nelle occasioni di incontro le classi hanno costruito, guidate delle professoresse Cioni, Fuccello e Mingardi, docenti e relatrici esperte, percorsi di lettura con l’utilizzo di materiale librario, documentario e di studio rivolto alle giovani generazioni.
Nei due incontri dedicati a ogni classe, sono state affrontate e condivise letture tratte da Lia Levi, Emily Dickinson per le classi Terze, Bianca Pitzorno per le classi Seconde e il genere fantasy, con Licia Troisi, per le classi Prime.
Le docenti de “Il filo di Eloisa” si sono poste come figure guida, approfondendo le biografie delle scrittrici proposte e selezionando pagine significative di letteratura dai loro testi, aprendo, poi, momenti di discussione e dibattito in classe sui materiali trattati. L’obiettivo è stato quello di mettere in evidenza, facendo riferimento alle protagoniste dei romanzi trattati, il valore delle aspirazioni, come momento importante di realizzazione del sé, come capacità di affermarsi in un mondo complesso e difficile come quello della realtà contemporanea: assecondare le proprie aspirazioni, in altre parole, visto come atto fondante, come momento chiave dell’esistenza per realizzare in modo propositivo, forme di creatività attiva. Le scrittrici che sono state proposte rappresentano, infatti, tutte, con il loro vissuto, il loro impegno e il loro lavoro, esempi di creatività e di realizzazione artistica al femminile. Le loro pagine hanno offerto la possibilità spaziare tra diversi generi: dal romanzo, storico, autobiografico, realistico e fantastico, alla poesia. Gli alunni hanno avuto la possibilità di riflettere su temi importanti, come l’ecologia, la pace, la giustizia e le differenze di genere.
Ancora una volta i nostri alunni, lettori esperti, hanno potuto verificare come il libro sia uno strumento che accompagna la crescita ed offre una via privilegiata alla conoscenza di se stessi e degli altri, aiuta a decifrare la realtà, a comprendere meglio i conflitti tra generazioni e a riflettere sul complesso e stimolante rapporto tra l’uomo, la storia e l’ambiente.

La Divina Commedia raccontata ai ragazzi: incontro con lo scrittore Paolo Di Paolo

     Foto

Nell’ambito del Progetto Lettura, prosegue il fitto calendario di incontri letterari previsti alla Scuola Secondaria di Primo Grado “B. Tecchi”.
Le classi seconde hanno accolto in aula magna, con entusiasmo e partecipazione, l’affermato scrittore Paolo Di Paolo. Il giovane autore ha presentato un’opera concepita per i ragazzi: la trasposizione di uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale, la Divina Commedia, classico illustrato dalla casa editrice La Nuova Frontiera.
Di Paolo ha introdotto, con grande capacità dialettica, il contesto entro il quale ha preso forma e struttura l’opera, soffermandosi sul ruolo della Commedia nella formazione della futura lingua italiana, sui complessi temi presenti nell’immaginario dantesco e sul significato del viaggio nell’oltretomba intrapreso dal poeta fiorentino. Lo scrittore romano è riuscito a veicolare i complicati e articolati significati del poema dantesco, compiendo un efficace e non scontato lavoro di semplificazione, così da rendere i contenuti accessibili a tutti gli studenti delle scuole medie. Gli alunni hanno avuto, così, l’occasione di confrontarsi con un autore e un’opera già studiata nel corso dell’anno scolastico.
La parola è poi passata ai ragazzi che, avendo affrontato nelle settimane precedenti la lettura del libro in classe, hanno voluto sapere di più sulla genesi, le motivazioni e le difficoltà che hanno portato alla realizzazione di quest’opera a loro dedicata.  Lo scrittore, prendendo spunto dalle molte domande, ha parlato di sé, del suo lavoro e del suo amore per la lettura. Basandosi sulla sua esperienza, ha sottolineato l’importanza della costanza e dell’allenamento come elementi indispensabili per trasformare qualsiasi passione in un vero e proprio mestiere!
Paolo, definitosi “uno che vive di scrittura”, ha salutato i ragazzi augurando a tutti buone letture!