Home Progetti Progetti di Istituto Nel mondo verde di Pollicino Orto sinergico

Orto sinergico

 



Le classi quarte della Scuola Primaria Alceste Grandori hanno curato l'orto sinergico realizzando tutte le varie fasi, guidati dagli studenti e dai tirocinanti dell'AUCS.

COS'È UN ORTO SINERGICO?

 

E’ un metodo di coltivazione elaborato intorno agli anni ’80 dall’agricoltrice Emilia Hazelip.
L’orto sinergico è un modo di piantare totalmente sostenibile e rispettoso del suolo. A differenza di quello tradizionale, prevede la convivenza di diverse piante all’interno di vari blocchi di terra: non più filari ordinati di verdure ma, grazie alla sinergia delle piante, tutti gli elementi coesistono armoniosamente.
Ci sono 4 importanti regole da seguire per coltivare un orto sinergico
  1. Non arare/non zappare - niente aratura, né zappatura: il suolo è naturalmente ricchissimo di organismi la cui attività, in seguito alle lavorazioni del suolo e quindi alla sua ossigenazione, viene alterata.
  2. Non concimare - la fertilizzazione avviene tramite copertura organica permanente. Si ricrea ciò che accade in natura in due modi:
  • coprendo il terreno con paglia e altri materiali biodegradabili (pacciamatura secca, che svolge tante e importanti funzioni).
  • tramite una densa convivenza di piante a diversi stadi di crescita e con diverse caratteristiche. Non se ne estirpano le radici, ma restano nel suolo e si lasciano le foglie lì dove cadono.
  1. Piantare o seminare insieme almeno 3 specie di piante diverse - per attivare l’attività sinergica. Le piante si aiutano a vicenda, perciò piantiamo su ogni bancale almeno:
  • una leguminosa, che fissa nel suolo l’azoto (principale nutrimento delle piante) presente nell’aria
  • unaliliacea (aglio, cipolla, porro, etc..), che ha capacità anti-batteriche
  • un ortaggio appartenente ad altre famiglie: combinati insieme, i vari ortaggi arricchiscono il suolo e creano biomassa, stando comunque attenti alle corrette consociazioni. Non vanno poi dimenticati i fiori, che non rendono solo bello l’orto, hanno anch’essi funzioni di protezione, ed erbe aromatiche, che, correttamente consociate, aumentano lo sviluppo e il sapori di alcuni ortaggi (pomodoro/basilico, per fare un esempio).