Home Progetti Progetti di Istituto Nel mondo verde di Pollicino

Nel mondo verde di Pollicino

           
 

REFERENTE DI PROGETTTO: Pucello Cinzia - docente Scuola Primaria "Alceste Grandori"

"Nel mondo verde di Pollicino" è un progetto laboratoriale per l’inclusione e l’educazione alla cittadinanza
  Il progetto  nasce nell’anno scolastico 2009/ 10.
Costituisce un esempio di buona pratica sul piano dell'integrazione scolastica e dell'inclusione, richiamando un modello educativo orientato alla costruzione del progetto di vita per il diversamente abile, attraverso la strutturazione di forme di cooperazione tra Enti ed istituzioni partecipanti.

Nel mondo verde di Pollicino- Manifestazione finale 2017

“Con le stagioni a spasso nel Medioevo e nel Rinascimento”

   

All’interno del progetto d’Istituto “Nel mondo verde di Pollicino…tra sapori e colori” sono stati predisposti i laboratori integrati “Con le stagioni a spasso nel Medioevo e nel Rinascimento”: tra questi ultimi sono stati attivati i laboratori di cucina.

http://www.iccarmine.it/esperienzebt/1761-con-le-stagioni-a-spasso-nel-medioevo-e-nel-rinascimento.html

Laboratorio integrato "TIENI IL TEMPO": 3^ A- 3^ B Primaria Grandori

       Galleria foto

Il laboratorio integrato “Tieni il tempo”  coinvolge dall’inizio dell’anno gli alunni delle classi 3A e 3B del plesso Grandori.
Le finalità del laboratorio fanno riferimento al più ampio progetto di istituto che si propone di riscoprire la lentezza come strumento per valorizzare il tempo.
Il tema proposto è stato declinato all’interno delle classi prendendo in considerazione i bisogni degli alunni nell’ambito della relazione e della socializzazione, il loro interesse per i travestimenti e il gioco di ruolo  e la loro curiosità verso favole e fiabe, generi letterari che  trovano spazio nella programmazione didattica delle classi.
Queste osservazioni si sono concretizzate in un laboratorio di drammatizzazione a canovaccio ( i bambini hanno dei ruoli precisi, conoscono la trama della storia ma non hanno copione, improvvisano i loro interventi) sulla base di fiabe e favole tradizionali.
Il laboratorio si propone
·         di riflettere sul tema del tempo, sulla sua valorizzazione e sulle modalità attraverso le quali poterlo vivere  pienamente;
·         di dare la possibilità ai bambini di esprimersi attraverso canali diversi e di esplorare le proprie personali potenzialità   
·         di invitare i bambini a mettersi in gioco nel contesto teatrale “dove tutto è possibile”;
·         di renderli protagonisti, responsabili di un ruolo;
·         di allenare ed esercitare le competenze relazionali nell’ambiente protetto e delineato di una rappresentazione teatrale;
·         di sperimentare la difficoltà e la soddisfazione nel lavorare insieme per un unico obiettivo.
Il laboratorio è organizzato a classi aperte; i bambini vengono divisi in tre gruppi fissi che turnano insegnante ogni mense.
Attraverso la presentazione di una fiaba o una favola, che funge da sfondo integratore per quattro incontri consecutivi con cadenza settimanale, i bambini sono invitati a riflettere sul tema del tempo e sugli strumenti per viverlo al meglio, a condividere pensieri, a proporre soluzioni, a immaginare differenti scenari, a sintetizzare il percorso attraverso un cartellone, a recitare a braccio sul canovaccio della storia presa in considerazione.
Il titolo “Tieni il tempo” è stato scelto per sottolineare l’importanza dell’improvvisazione per il raggiungimento dei suddetti obiettivi: ogni bambino deve esercitarsi ad essere presente a se stesso, attento agli altri e dentro la situazione che sta vivendo in quel determinato momento.
In tre parole appunto deve “tenere il tempo”… nel laboratorio come speriamo anche nella vita!

CLIL - 1^ C Primaria A.Grandori

      Foto

CLASSE 1^C - CLIL E ORTI DIDATTICI
 
Il termine CLIL, acronimo di “Content and Language Integrated Learning”, indica un percorso di apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera.
È un approccio didattico innovativo in cui una disciplina specifica e una lingua straniera perseguono i loro obiettivi nello stesso tempo, con le stesse attività; il contenuto disciplinare prevale, ma è fondamentale il ruolo della lingua che ne diviene il mezzo per l’apprendimento. In pratica, si insegna una disciplina direttamente in inglese o in un’altra lingua straniera.
Ciò si rivela efficace per potenziare negli alunni l’apprendimento sia delle lingue, sia delle discipline coinvolte e sviluppare un atteggiamento positivo di disinvoltura e di fiducia nella propria capacità di apprendere le lingue stesse.
Gli alunni della 1^C della Scuola Primaria Grandori, nel corrente anno scolastico sono impegnati in un percorso CLIL che prevede l’apprendimento di contenuti scientifici mediante l’utilizzo della lingua inglese e il progetto di Istituto “Nel mondo verde di Pollicino”, nell’ambito del quale si realizzano gli Orti didattici,  costituisce lo sfondo per l’attuazione dell’esperienza.
Per dare avvio al CLIL, si è realizzato un emozionante percorso a sorpresa, finalizzato a condurre gli alunni della 1^C dall’aula all’orto scolastico, dove tutto era pronto per ultimare la raccolta dei cavolfiori. La collaborazione con gli alunni della 2^C,  autori delle indicazioni e degli indizi collocati lungo il percorso , rigorosamente forniti in lingua inglese, ha costituito prova di competenza, ha dato impulso alla motivazione degli alunni ed ha fornito il valore aggiunto all’intera iniziativa.
Un grazie particolare va alla speciale protagonista dell’entusiasmante percorso a sorpresa, la tartaruga Elvis, che ha generosamente interrotto per l’occasione gli ultimi momenti del suo letargo!

Classi quinte A e B: l'orto e i cavolfiori

    galleria foto

Gli alunni delle classi 5e A e B, guidati dal signor Paolo Bracaglia, esperto in orticoltura osservano la crescita dei cavoli nell'orto didattico tradizionale della scuola.
Altri articoli...