Home Inclusione DSA e BES Programmi per compensare le difficoltà di scrittura

Programmi per compensare le difficoltà di scrittura

  • LA DISGRAFIA


La scrittura con il computer risolve alla radice il problema della disgrafia. Affinché il computer sia realmente uno strumento compensativo, lo studente deve imparare ad usare correttamente la tastiera.
 


PROGRAMMI GRATUITI per apprendere il corretto uso della tastiera del computer

 

TUTORE DATTILO

TutoreDattilo  


DIECI DITA

Dieci dita


  • LA DISORTOGRAFIA


Le risorse attualmente disponibili per compensare gli errori ortografici sono di due tipi: quelle basate sull'utilizzo del correttore ortografico e quelle che sfruttano il riscontro di una sintesi vocale.

Il correttore ortografico, presente nei più comuni programmi di scrittura, facilita il riconoscimento di alcuni errori verificando se le parole digitate sono contenute, o meno, in un suo specifico dizionario. Esso, però, non può offrire nessuna garanzia sull'efficacia del controllo, in quanto non tutti gli errori vengono segnalati e non tutte le parole indicate come sbagliate lo sono davvero.

La sintesi vocale permette di scoprire possibili errori ortografici e può essere usata sia come riscontro immediato sia come revisione successiva.


COMPENSARE CON LE MAPPE

La rappresentazione per mappe è una delle più potenti strategie compensative a disposizione degli alunni con DSA, in particolare in caso di marcata difficoltà di lettura, perché sostituisce, o semplicemente integra la comunicazione testuale con quella visiva.

La mappa è  un organizzatore mentale della conoscenza. È
 una rappresentazione grafica di concetti espressi in forma sintetica all'interno di una forma geometrica e collegati fra loro da linee che esplicitano la relazione attraverso parole legame. Fornisce, a differenza dei riassunti e delle annotazioni, una visione complessiva e gerarchica di quanto letto e/o studiato.

L'attività di elaborazione di una mappa facilita la comprensione del testo e la memorizzazione del suo contenuto, poiché i concetti espressi sono stati discussi, scelti e collegati dallo studente in base ad una sua logica di ragionamento che gli permette di apprendere secondo un collegamento a rete e non mnemonicamente.

Le mappe concettuali vengono solitamente distinte in tre tipologie:

  1. Mappe cognitive. Sono la rappresentazione grafica dei concetti riferiti a un dato campo di conoscenza e collegati fra loro.
  2. Mappe mentali. Sono la rappresentazione grafica di una successione di idee costruita seguendo relazioni logico-associative e criteri determinati dalla creatività dell'autore.
  3. Mappe strutturate. Rappresentano aree di conoscenza assimilate e strutturate dal soggetto, ma in una dimensione di valenza oggettiva.

Prodotti gratuiti per realizzare mappe concettuali con il computer

CMAP TOOLS

CmapTools

 

TEXT2MINDMAP

Text2mindmap

 

WIKIMIND MAP

BUBBL.US