Home Inclusione DSA e BES I DSA

I DSA


La Legge 8 ottobre 2010, n. 170, riconosce  Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)  e assegna alla scuola il compito di individuare le forme didattiche e le modalità più idonee, affinché gli studenti con DSA possano raggiungere il successo formativo.

Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento?


I DSA sono disturbi neurobiologici, che riguardano SOLO SPECIFICHE AREE di apprendimento (LETTURA, SCRITTURA E CALCOLO) senza compromettere l'intelligenza generale. Questi disturbi tendono ad essere presenti contemporaneamente nello studente e a persistere nel tempo.

Essi non dipendono da fattori esterni (svantaggio socio-culturale, scarsa scolarizzazione, ecc.) o da condizioni di disabilità sensoriale o psichica, ma sono intrinsechi all'individuo, legati, probabilmente, a disfunzioni del Sistema Nervoso Centrale.

Questi disordini interessano solo specifici domini di abilità.

Il deficit funzionale si presenta come una difficoltà ad acquisire determinate abilità e non come una perdita di una capacità già presente, recuperabile attraverso la riabilitazione.

L'alunno posto nelle condizioni di attenuare e/o compensare il disturbo può raggiungere gli obiettivi previsti.

I DSA sono classificati in relazione alla funzione deficitaria. Quelli riconosciuti sono:
  • DISLESSIA
  • DISORTOGRAFIA
  • DISGRAFIA
  • DISCALCULIA